Etica

Il sentirsi bene con se stessi, la relazione con gli altri, il rapporto con l’ambiente, il costruire e creare secondo i propri sogni e aspirazioni, la necessità di credere in qualcosa coltivando valori e principi, hanno sempre fatto parte dei bisogni dell’ essere umano.

Negli anni l’uomo si è dato un’etica ossia delle regole che lo aiutano ad agire nel rispetto dei principi e dei valori su cui si fondano i suoi desideri e propositi.

Ai giorni nostri, la parola etica è ormai parte integrante della cultura, ma il suo significato, dalle molteplici sfumature, viene a volte ridotto ad una mera classificazione delle azioni in base ad attributi quali buono e cattivo, giusto e ingiusto, corretto e scorretto, leale e sleale. Queste parole esprimono implicitamente lode e biasimo; è quindi ridondante o banale dire che bisogna essere buoni, o che non bisogna essere ingiusti. Chi lo fa ottiene un accordo vuoto, perché già dato per scontato dall'uso corretto della lingua. Chi non troverebbe perlomeno bizzarro che qualcuno si dichiarasse seriamente a favore dell'ingiustizia e contro la bontà? L'accordo però decade nel momento stesso in cui si scende in particolari su ciò che ognuno ritiene buono, giusto e bello. E allora trionfa quella grande differenza di opinioni e valori, troppo evidente per non essere stata osservata da tutti.

Il concetto di etica è così vasto che è praticamente impossibile dare una sola ed unica definizione. Partendo dall’etimologia di questa parola, sappiamo che etica deriva dal greco ethos e significa "carattere", "costume"; pertanto questo termine può avere le seguenti accezioni:

-Insieme di principi o norme che regolano la condotta umana e, per estensione lo studio di tali principi, denominato filosofia morale (dal latino mores, "costumi").

-Scienza del costume che, regolando le azioni dell'uomo in conformità con la legge morale, è volta al conseguimento del bene.

-Insieme delle norme di condotta che, secondo la propria natura e volontà, una persona o un gruppo di persone scelgono e seguono nella vita, in un’attività.

Nella realtà odierna, la grande diversificazione di categorie Professionali, Associazioni e Gruppi, ha fatto sì che ognuno di essi creasse una propria etica mirata alla realizzazione degli obiettivi nell’ambito della propria attività, sempre nel rispetto delle regole e delle leggi morali.
La Nostra Etica
La Scuola LAFONTE ha una propria etica che vuole essere resa nota e condivisa da tutti gli iscritti. Il proposito della Scuola di Shiatsu LAFONTE è:

la divulgazione dello Shiatsu come disciplina che stimola e valorizza le risorse vitali dell’uomo, favorendo il riequilibrio e il benessere psicofisico e promuovendone lo sviluppo e l’evoluzione delle proprie potenzialità.

A tal proposito la Scuola LAFONTE ha redatto un Codice Deontologico con lo scopo di identificare una serie di valori condivisi sui quali sviluppare una prospettiva comune in merito al comportamento che un operatore shiatsu deve assumere.